Freddie Mercury, indimenticabile Regina della musica rock


Freddie Mercury (e non Freddy, cosa che fa arrabbiare tantissimo i suoi fan!) rivive in Bohemian Rhapsody, biopic dagli incassi milionari e in grado di suscitare nello spettatore forti emozioni. Brividi, lacrime, commozione ma anche dissenso. , perché chi conosce bene i Queen non ammette errori: Freddie ha incontrato il suo compagno in un locale gay e non durante un party, Freddie ha scoperto di essere sieropositivo tra il 1986 e il 1987 e non prima del Live Aid, Freddie in realtà non ha mai abbandonato il gruppo…

YouTube è pieno di video-recensioni su Bohemian Rhapsody e sotto i filmati scorrono fiumi e fiumi di parole. C’è chi ha apprezzato il film, chi non lo considera degno di nota, chi tornerebbe a vederlo altre 10 volte e chi invece ha scoperto Freddie e i Queen grazie alla magia del cinema.



Bohemian Rhapsody è un capolavoro?

Il film, nonostante le imprecisioni, trascina e scorre veloce, tra canzoni indimenticabili e scene rese immortali dalla – vera – voce di Mister Mercury.

Farrokh Bulsara è dotato di un grande talento musicale e di una voce unica. La sua bocca, munita di quattro incisivi in più, sembra essere programmata e nata per emettere note potenti e vibranti. L’incontro con Brian May e gli altri membri dei futuri Queen è magico e probabilmente già scritto tra le stelle. Freddie prende il posto del solista della band londinese di Brian May e Roger Taylor e in breve tempo stravolge la vita del gruppo. Al trio si aggiunge il bassista John Deacon e tra una registrazione e l’altra, tra un live e un po’ di gavetta, arriva il fatidico momento: una grande casa discografica è pronta a dare ascolto al gruppo che cambierà la storia della musica rock, i Queen.

Bohemian Rhapsody è un brano di ben sei minuti: il discografico di turno non ci sta! Non si può cambiare la formula magica con cui si vendono i dischi. Ma i Queen amano la loro arte, la loro opera, e non sono disposti a mettere in secondo piano la canzone che vorrebbero come cavallo di battaglia del nuovo album…

Rami Malektrasformato dal trucco e dal talento – dà nuovamente vita a Freddie Mercury, personalità dalle mille sfaccettature e dal carisma intramontabile.

In due ore di film si osservano, fotogramma dopo fotogramma, quindici anni di storia musicale e personale del cantante dei Queen: relazioni etero e gay, successi, amicizie, malattia, paura, voglia di vivere…

Ciò che risalta, e prende vita, è l’amore di Freddie per la sua famiglia. Il suo nucleo – vitale e palpitante – era composto da amici vicini come fratelli, amori vissuti come madri, animali venerati come divinità, compagni più importanti della sua stessa vita e musica amata oltre il limite di quella voce unica e inimitabile.

RainbowPop