The Girlie Show: l’iconico tour di Madonna compie 25 anni


Giugno 1993: Madonna affida a suo fratello – l’amato e odiato Christopher – il compito di dirigere il suo prossimo tour mondiale. Pian piano nasce e prende forma il Girlie Show Tour. I due Ciccone guardano vecchi film con Marlene Dietrich, musical, balletti e qualunque cosa possa sfamare la loro creatività. Nel progetto, in un primo momento, venne coinvolto anche Gene Kelly. Il principe di tutti i ballerini avrebbe dovuto occuparsi di alcune coreografie (Rain) ma poi Madonna, non contenta del risultato, preferì fare altrimenti…

Il 25 settembre 1993 Madonna esordì a Londra con il suo The Girlie Show, lasciando il pubblico senza fiato e portando sul palco un vero e proprio musical ricco di atmosfere circensi e connotazioni sessuali e sensuali. Il tour fu anche l’occasione per dare nuova linfa all’album Erotica, progetto discografico che costò a Madonna – a causa dei contenuti fin troppo espliciti – critiche ferocissime da parte tutti i mass media.

Con il tour – ovviamente – Madonna rincarò la dose, parlando nuovamente di omosessualità, uguaglianza, HIV, prevenzione e libertà. Lo fece con la sua musica, danzando e recitando. Lo fece vestita di lustrini, omaggiando Marlene Dietrich e i suoi abiti maschili, lo fece inscenando una grande orgia…

Lo show si apre con una ballerina in topless, intenta a scendere da una pertica… Madonna, nel ruolo di una dominatrice bellissima e munita di frustino, si esibisce in un numero che ancora oggi riempie l’immaginario dei suoi fan… e di tutte le popstar che hanno provato ad imitarla. Fever, Vogue, Rain: Madonna non è solo lustrini (firmati Dolce & Gabbana) ma anche coreografie mozzafiato e una voce capace di emozionare ed emozionarsi.

La seconda parte? Con Express Yourself e Deeper And Deeper si entra nel vivo dei favolosi anni settanta, mentre con Why’s It So Hard e In This Life i temi diventano bollenti e delicati. La musica esplode e si fonde sulla pelle della popstar e dei suoi ballerini. Carezze, languide occhiate, corpi sudati, bocche su bocche e orgasmi… simulati. Il godimento del pubblico però è vero. Madonna con Why’s It So Hard canta la sua voglia d’amare e farsi amare, ma senza cambiare. Le sue sono parole rivolte al “sistema”, ad un mondo incapace di amare l’altro per ciò che è… la tematica omosessuale della canzone è forte ed evidente…

Il viaggio prosegue con In This Life, The Beast Within, Like A Virgin, Bye Bye Baby, I’m Going Bananas, La Isla Bonita, Holiday, Justify My Love e si conclude con Everybody. Cosa ricordare di questo show? Tutto, praticamente tutto. The Girlie Show Tour è il musical itinerante – perfetto – che molte star sognano e che Madonna ha reso realtà molto tempo fa, per lei e i suoi fan.

RainbowPop

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *